Diab Sport Day 2017 – Il 7 ottobre in Cittadella

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna, per il secondo anno consecutivo, Diab Sport Day,  la corsa più dolce dell’anno per ascoltare, imparare, sognare e correre verso una vita migliore per i giovani diabetici.

L’evento è promosso ed organizzato dall’Associazione JADA Diabetici Alessandria Junior con il supporto del coordinamento nazionale di tutte le associazioni per i giovani diabetici AGDITALIA, in collaborazione con l’assessorato alle Manifestazioni ed Eventi del Comune di Alessandria che lo ha patrocinato.

La manifestazione che nasce con l’obiettivo di far luce sul diabete giovanile percorrendo un cammino con le istituzioni per combattere la discriminazione, vuole offrire a tutti i partecipanti l’opportunità di riuscire a comprendere meglio le proprie capacità e inclinazioni sportive, in un contesto monumentale particolarmente suggestivo come quello del complesso monumentale della Cittadella di Alessandria.

La giornata inizierà alle 9,50 con le testimonianze degli alpinisti Franco Fontana e Alberto Fiorentini, cui seguiranno gli interventi scientifici e le testimonianze del professor Riccardo Lera,  e dei diabetologi pediatri Ivana Rabbone, Michele Trada, Davide Tinti dell’OIRM Regina Margherita di Torino,  Franco Fontana, diabetologo pediatra e medico del CAI e Gianni Lamenza, presidente di AGD Italia.

Il ciclista Umberto Poli e il rallista Claudio Gotti saranno i testimoni del muoversi su due o quattro ruote; alle 15 Festa di Musica ed Energia con la maratona in Cittadella con pediatra diabetologa e maratoneta olimpionica Catherine Bertone come testimonial.

E’ tutto pronto per questa seconda edizione di Diab sport Day che il mio assessorato ha inteso promuovere convintamente e con entusiasmo per la sua rilevanza non solo sportiva, ma anche e soprattutto sociale – ha commentato l’assessore alle Manifestazioni ed Eventi, Cherima Fteita Firial -. La Cittadella di Alessandria ospiterà i partecipanti e le loro famiglie che potranno fare sport, sensibilizzando l’opinione pubblica ed inducendo alla riflessione. Obiettivo dell’evento, tra gli altri è quello di promuovere uno stile di vita sano facendo attività fisica  ed incentivando la cultura dello sport fin dall’infanzia. Supportare iniziative come queste è molto importante per portare questi temi all’attenzione della comunità ed il supporto delle istituzioni è particolarmente significativo, in tal senso, per includere e costruire una rete fra amministrazione e cittadini”.

L’attività sportiva è fondamentale sia per il benessere della persona sia per la sua ricaduta sociale quando si parla di soggetti affetti da una malattia – ha commentato l’assessore allo Sport, Riccardo Molinari -. Aderiamo, pertanto, con entusiasmo a questa manifestazione convinti che lo sport oltre a garantire un miglior compenso metabolico ai soggetti colpiti da diabete di tipo 1, sia una scelta culturale atta a migliorare la qualità della vita favorendo l’accoglienza di chi si trova in difficoltà”.

Sottolineare l’importanza del rapporto tra diabete, sport ed esercizio fisico rivolgendosi direttamente ai bambini e ragazzi affetti da diabete mellito di tipo 1, coinvolgendo il mondo della scuola, credo che sia il punto di partenza migliore per favorire l’inclusione e sviluppare il senso di comunità – ha concluso l’assessore ai Servizi Educativi e Scolastici, Silvia Straneo –Solo con il dialogo e con la collaborazione si possono ottenere risultati importanti per amore dei nostri giovani e della vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.