Come fare a capire se tuo figlio fuma: 5 consigli pratici

 

 

 

 

 

 

 

 

Il fumo, oltre ad essere una piaga per la nostra società, è anche un brutto vizio che coinvolge i nostri ragazzi in maniera sempre più massiccia.

L’Italia infatti, è prima in Europa per gli adolescenti fumatori con un bel 37%, un primato di cui sicuramente non possiamo andare fieri.

Come fare ad accorgersi che un ragazzo sta diventando un fumatore?

Ecco alcuni accorgimenti da prendere in considerazione.

1 – Olfatto

L’odorato in questo caso è il senso da mantenere costantemente in allerta e su cui fare maggior affidamento.
Il fumo ha un odore che si attacca a qualsiasi superficie, per cui annusate con discrezione vostro figlio, i suoi vestiti ed i suoi capelli.
Se notate qualcosa, inizialmente il ragazzo vi dirà che è stato vicino a persone che fumavano, per cui dovrete raccogliere ulteriori indizi prima di formulare un’accusa.

2- Finestra aperta

Un altro indizio è quello della finestra lasciata spesso aperta in camera da letto, soprattutto se prima non l’aveva mai fatto.
La finestra potrebbe rivelarsi fonte di indizi anche osservando ad esempio se trovate cenere attorno ad essa oppure sulle persiane.

3 – Soldi

Il ragazzo è spesso a caccia di soldi
Le sigarette, si sa, costano e il loro prezzo continua ad aumentare per cui se l’adolescente viene sempre più spesso a battere cassa è forse l’ora di iniziare a farsi qualche domanda su dove vengano spesi tutti questi soldi.

4 -Tosse

Un fumatore, soprattutto agli inizi, deve prendere confidenza con tutte le porcherie che sta inalando dentro al suo corpo e quindi potrebbe essere facilmente soggetto a tosse e mal di testa, soprattutto al mattino.

5 – Occhio alle dita

Il fumo lascia diversi segni sul corpo, come ad esempio denti ingialliti e rughe.

Questi segni ovviamente si manifestano dopo tempo, ma l’ingiallimento di dita ed unghie invece avviene quasi subito, per cui prestare una particolare attenzione alle dita del ragazzo potrebbe essere una buona soluzione.

Come porre rimedio?

Una volta che avete la certezza che il vostro ragazzo sta fumando, affrontatelo, non procrastinate.

Il dialogo è estremamente importante, ma lo è altrettanto non apparire come intransigenti accusatori, dato che correte il rischio di allontanare il ragazzo da un confronto costruttivo.

È importante capire per quale motivo ha iniziato, se per problemi personali oppure semplicemente per farsi bello di fronte agli amici, ed è altrettanto essenziale cercare di fargli capire che il fumo lo condurrà in un vortice di vizio dove diventerà dipendente dalla nicotina, dove inizierà a distruggere il suo corpo e dove sarà costantemente a rischio di gravi malattie.

Cercate dunque di far capire a vostro figlio che il destino di un fumatore è una roulette russa ed è praticamente già segnato, mentre quello di un adolescente è ancora tutto da definire e che rischiare di rovinarselo per delle sigarette è davvero da sciocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.