Torcicollo: cause e rimedi

Gli specialisti del riposo di Valsecchi Materassi a Verona ci spiegano le cause e i rimedi di un disturbo molto diffuso: il torcicollo.

Il torcicollo è una condizione fastidiosa che si contraddistingue per una limitata mobilità del collo, sempre accompagnata da dolore cervicale acuto e intenso: quindi non solo i movimenti del collo sono piuttosto compromessi ma risultano anche particolarmente dolorosi.

La causa generalmente è una contrattura dei muscoli laterali del collo, condizione purtroppo piuttosto frequente e molto fastidiosa ma almeno transitoria e dalla durata limitata. Il torcicollo, infatti, solitamente si risolve nell’arco di pochi giorni, anche se tende ad essere recidivo.

Chi è colpito da torcicollo ha difficoltà a flettere, roteare o allungare il collo, tutte azioni che provocano un dolore locale acuto e penetrante.

I fattori che più ci rendono a rischio-torcicollo sono il raffreddamento dei tessuti muscolari, quello che chiameremo colpo d’aria, o un processo infiammatorio in atto oppure, ancora più frequente, il sovraccarico delle articolazioni provocato da una postura non corretta mantenuta per troppo tempo. Anche un evento traumatico come un brusco movimento dovuto ad un incidente stradale può essere la causa del torcicollo.

Gli specialisti del riposo di Valsecchi Materassi consigliano a chi soffre di torcicollo di scegliere, per prima cosa, il materasso adatto su cui riposare: deve sostenere schiena e collo perciò non può essere troppo morbido.

Se pensiamo che in media si dorme dalle 6 alle 8 ore tutti i giorni, spesso nella stessa posizione, è fondamentale farlo nel modo migliore per evitare che posizioni scorrette sovraccarichino le nostre articolazioni, lasciandoci doloranti per giorni.

Durante la notte, in occasione di torcicollo, è consigliabile utilizzare un cuscino ortopedico specifico per il dolore cervicale, o, comunque, un cuscino che non costringa la testa sollevata in una posizione non naturale.

La migliore posizione da assumere durante il riposo notturno è quella fetale cioè su un fianco e con le gambe piegate, usando un cuscino per la testa e uno più piccolo posizionato tra le ginocchia per sostenere la colonna vertebrale.

E’ sconsigliato sedersi scompostamente sul divano, mentre è molto meglio scegliere poltrone o sedie robuste e resistenti, in grado di sostenere collo e il dorso.

L’uso di accessori, come supporti per la schiena, che aiutino la corretta postura è l’ideale sia nella fase di dolore, sia nella vita di tutti i giorni come un prezioso strumento di prevenzione mentre si è alla guida o in ufficio.

I momenti di relax sono fondamentali per permettere al nostro organismo di riacquistare tutta la sua vitalità ma, per riprendersi del tutto dal torcicollo, è meglio evitare il riposo eccessivo, infatti, il riposo troppo prolungato non giova al torcicollo ma contribuisce a limitarne la mobilità.

Alternare fasi di relax ad attività leggere è la soluzione vincente, insieme ad impacchi freschi o caldi che possono concedere un immediato sollievo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *