Radio BBSI : dal 1976 il Liscio…che non tramonta mai !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Radio BBSI è un punto di riferimento per i lisciomani , da sempre , dal lontano 1976 molte le voci che hanno tenuto compagnia agli ascoltatori : Piero Ferrettini, Remo, Paco, Paolone per citarne alcuni…oggi piu’ che mai Enrica ogni giorno su BBSI dalle 19,00 alle 20,00

Il liscio, originariamente conosciuto come musica da ballo romagnola, è un genere musicale popolare nato in Romagna tra la fine del XIX secolo e i primi decenni del XX secolo, che col passare degli anni si è diffuso in tutta Italia, con prevalenza per l’Italia settentrionale.

Gli elementi caratterizzanti di tale genere sono: l’esecuzione veloce da parte di strumenti solisti quali il clarinetto, il sassofono (prevalentemente nel liscio dell’Emilia-Romagna) e la fisarmonica (nel Liscio Piemontese) accompagnati da basso, chitarra e batteria. Le prime formazioni di liscio erano solo strumentali. Negli anni si è introdotta la figura di un cantante, sia uomo (anni trenta) che donna (anni cinquanta).

Negli anni sessanta e settanta si contavano in Romagna più di 400 orchestre da ballo; tra esse primeggiava l’«Orchestra spettacolo» di Raoul Casadei. Oltre a Casadei, un’altra formazione di notevole successo discografico fu l’Orchestra Castellina-Pasi, che arrivò a conquistare tre «dischi d’oro» e superò il traguardo del milione di copie vendute.

Il liscio si espande e si aggiorna trasformandosi da ballo tradizionale a ballo di coppia da sala o da balera diffuso in tutto il nord Italia, colonna sonora nelle feste di ballo e nelle sagre di paese fino all’arrivo dei balli latinoamericani. In alcuni casi si reinserisce in repertori di danze tradizionali preesistenti, che in qualche modo si adeguano all’arrivo delle novità; nel repertorio dei balli staccati si modifica in liscio montanaro inglobando stile e figure locali, nel repertorio delle danze delle quattro province adeguando lo stile e modificando il passo della polca, trasformandola in polca a saltini.

A partire dagli anni ottanta il liscio conosce una fase di recessione con l’affermarsi della disco music. Allo stesso modo anche le orchestre subiscono un rallentamento a causa della musica mixata dal disc-jockey.

Con gli anni novanta il liscio viene accorpato nei programmi musicali delle orchestre insieme ad altri generi da ballo come tango, generi latino-americani (salsa, merengue, samba) e balli di gruppo; la stessa Orchestra Casadei sperimenta nuovi generi. Rimangono molto poche le orchestre da ballo che hanno un repertorio unicamente formato da valzer, polka, mazurca.

Dopo il Duemila si assiste alla nascita di molteplici formazioni che hanno come scopo il recupero filologico del liscio “prima maniera”. Il liscio diventa così non più musica da ballo ma un genere d’ascolto e per certi versi folkloristico. Tra le formazioni ricordiamo: Piccola Orchestra Zaclèn[6], Grande Orchestra della Romagna, La Galopa, i Quinzàn, La Carampana e L’Uva Grisa.

Radio BBSI è un punto di riferimento per i lisciomani , da sempre , dal lontano 1976 molte le voci che hanno tenuto compagnia agli ascoltatori : Piero Ferrettini, Remo, Paco, Paolone per citarne alcuni…oggi piu’ che mai Enrica ogni giorno su BBSI dalle 19,00 alle 20,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *