SANITA’, REGIONE, BONO (M5S): “LA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA TORNI IN MANO AL CONSIGLIO, BASTA COMMISSARIAMENTO DI CHIAMPARINO-SAITTA”

Con l’uscita dal piano di rientro chiediamo alla Regione e all’assessore alla sanità Saitta di far partire i lavori per il nuovo Piano Socio-Sanitario regionale 2017-2019, ridefinendo il numero e la distribuzione dei posti letto della rete ospedaliera. Bisogna rivedere i catastrofici tagli attuati da Cota prima e da Chiamparino poi che hanno portato ad una diminuzione di oltre 2200 posti letto e alla chiusura di numerosi servizi in zone periferiche e non.
Chiediamo di adottare lo standard nazionale di 3 posti letto per mille abitanti invece dell’assai più stringente parametro di 2.5 posti letti.
Il nuovo Piano deve quindi tornare nelle mani della politica e del Consiglio Regionale in modo che ogni Consigliere possa portare le sue osservazioni e i suoi rilievi. Il commissariamento del duo Chiamparino – Saitta, causato dai buchi delle giunte Ghigo e Bresso, è già durato troppo e causato troppi danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *