Precisazioni sulla legge di contrasto al gioco d’azzardo

L’imminente entrata in vigore della legge per il contrasto al gioco d’azzardo ha portato il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, ad inviare una lettera al presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, nella quale scrive che ritiene “un preciso dovere istituzionale, su un tema così delicato e importante come la ludopatia, mettere a parte il Consiglio regionale, attraverso la presidenza del Consiglio stesso, delle sollecitazioni che mi sono pervenute a più riprese sia dai rappresentanti delle categorie interessate, sia dal Governo, come si può dedurre dalla norma contenuta nella Legge di Stabilità 2016, art. 90 comma 3”.

Chiamparino prosegue facendo presente che “se la volontà del Consiglio è che la legge regionale 9/2016 ‘Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico’, che regolamenta l’attività delle slot machines e delle altre macchine da gioco, entri in vigore nei termini previsti, ne prendo personalmente atto più che volentieri, avendo io sostenuto e votato come, se ben ricordo, l’unanimità dei presenti in Consiglio. In questo modo si pone anche fine a uno scaricabarile che, negli ultimi tempi, ha trovato in effetti qualche sponda di troppo“.

Comunque, precisa Chiamparino, “la Giunta, rispettando fino in fondo le prerogative legislative del Consiglio, non assumera’ alcuna iniziativa di modifica senza un atto di indirizzo del Consiglio stesso”.

Le nuove norme, più restrittive di quelle nazionali entreranno in vigore il 20 novembre. Ulteriori informazioni sulla legge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.