Firmata intesa sull’accessibilita’, fruizione e sicurezza dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale in Piemonte a favore delle persone con disabilita’

 

 

 

 

 

 

 

 

Impegni precisi per migliorare le condizioni del trasporto pubblico a favore delle persone con disabilità scaturiranno dall’intesa sottoscritta oggi tra l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco, il Direttore dell Direttore dell’Agenzia della Mobilità Piemontese Cesare Paonessa e le associazioni aderenti alla FAND (ANMIC, ANMIL, ENS, UICI E UNMS) a cui la legge regionale attribuisce l’esercizio della rappresentanza e tutela degli interessi delle rispettive categorie di disabili nei confronti della Regione stessa.

Finalità del protocollo assicurare, a favore delle persone con disabilità, un costante miglioramento dei livelli di accessibilità, fruizione e sicurezza dei servizi relativi al TPL ed assumere le iniziative più idonee a perseguire questo risultato.

Il settore dei trasporti rappresenta uno degli ambiti nei quali maggiormente si mette in causa la capacità della Pubblica Amministrazione di garantire i diritti delle persone con disabilità, offrendo loro servizi adeguati, siano essi prodotti da soggetti pubblici o da quelli privati.

Un Osservatorio sui diritti e sulle pari opportunità, a cui parteciperanno le associazioni aderenti e l’AMP, sarà istituito presso la direzione Trasporti della Regione Piemonte, a cui competerà l’elaborazione ed il monitoraggio sull’attuazione delle politiche di settore idonee al raggiungimento degli obiettivi individuati dal Protocollo.

“Il passeggero con disabilità che usufruisce di un mezzo di trasporto pubblico – ha commentato l’assessore Balocco – lo deve poter fare in condizioni di piena autonomia, confort e sicurezza. Anche nell’ambito dei contratti di servizio che saranno stipulati in esito alle procedure di confronto competitivo (per il trasporto ferroviario) o di gare (per quello su gomma), saranno previste apposite norme, anche sanzionatorie, finalizzate al pieno godimento della mobilità pubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.