I DECANTATI ARREDI DI VIA DOSSENA di Gianni Senetta

 

 

 

 

 

 

 

 

I tanto decantati arredi della giunta Rossa, come si presentano dopo 2 anni dalla loro consegna alla città di Alessandria.
Un arredo composto da vasi, pedane da seduta, cestini raccolta rifiuti, tutti rigorosamente in lamiera di ferro, costruiti da un fabbro di Astuti, pagati ben 110.000,00 Euro come dicono e dopo “solo” 2 anni sono credo da buttare.
La causa? 
Lo sfogliamento della vernice e il suo arruginine dovuto alla urina dei cani.
Possibile che la architetta progettista, non abbia saputo che l’urina è acida e corrode? Ma cosa è andata a scuola a fare se non hanno spegato questo fatto?
Fatto sta che tutto quello costruito dalla Amministrazione Rossa, è tutto da rifare dopo soli 2 anni.
Povera Alessandria che è stata in mano a chi sapeva forse usare solo la “FALCE e il MARTELLO”
Cosa fare per recuperare?
Si tratterebbe di ritirare il tutto, sverniciare, spazzolare, riverniciare, costruire telai con gambe almeno di 40 cm fatte di tubolare quadro di 40×40 mm di spessore 3mm con saette di rinforzo, in modo da sollevare gli arredi da terra e lontano dal organo canino, oppure buttare 110.000,00 € e sostituire con arredo clazzico in cemento e graniglia.
Ci vorrebbero almeno 3 porta biciclette.
Da notare che questi sono arredi mobili, ogni giorno si trovano in posizioni diverse. Quello di questa mattina è per consentire il passaggio auto anche de è vietato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *