Sette “Pietre d’Inciampo” ad #Alessandria

Sono state  installate domenica 14 gennaio, dalle 11 alle 12.30, in via Milano (davanti alla Sinagoga) e in via Migliara sette “Pietre d’Inciampo”.

Le “Pietre d’Inciampo” sono una creazione dell’artista Gunter Demnig e sono state ideate per depositare, nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee, una memoria diffusa dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti.

L’iniziativa, attuata già in diversi Paesi, consiste nell’incorporare, nel selciato stradale delle città, davanti alle ultime abitazioni delle vittime di deportazioni, dei blocchi in pietra ricoperti con una piastra di ottone che contiene le generalità delle persone deportate

Le prime sette “pietre d’Inciampo” che verranno installate recano i nomi di Cesare Sacerdote e Vittorina Artom (in via Migliara) e Saul Campagnano, Emilia Vitale, Ermelinda Colombina Carmi, Ermene Ester Carmi, Ida De Benedetti (in via Milano di fronte alla Sinagoga): tutti alessandrini deportati e assassinati ad Auschwitz nel 1944/45.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.