I risultati conseguiti dalla mostra – “Natale con Chagall – Oltre il paesaggio” alessandria, dicembre 2017 – gennaio 2018

Una mostra è un evento culturale che può essere considerato sotto molteplici punti di vista: quello dei contenuti che vengono esposti, quello delle peculiarità dell’allestimento, quello del luogo nel quale viene realizzata e, non ultimo, quello dell’esito e dei risultati che sono stati conseguiti in termini di affluenza, di gradimento di pubblico e della risonanza complessiva del messaggio culturale che si è inteso lanciare.

Questi sono i presupposti alla base della convocazione della conferenza stampa odierna, dedicata alla mostra “Natale con Chagall – Oltre il paesaggio” recentemente conclusasi ad Alessandria e per la quale meritano di essere focalizzati alcuni aspetti particolarmente significativi ed eloquenti.

A commentare tutto ciò l’incontro in Palazzo Comunale ha visto, quali relatori, il Sindaco della Città di Alessandria, l’Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi di Alessandria, il Presidente dell’Associazione “Cultura Viva”, Luciano Tirelli, e la Responsabile della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria, Patrizia Bigi.

La mostra ha presentato due preziosi oli di Marc Chagall: «Villaggio russo» (del 1929) — che rappresenta uno scorcio di un paese russo coperto di neve, mentre nel cielo plumbeo vola una slitta trainata da un cavallo — ed «En route, l’âne rouge» (1978), che richiama, in qualche modo, il periodo in cui è stata allestita la mostra ad Alessandria, ossia quello natalizio, raffigurando tre persone che si spostano sul dorso di un asino rosso che si potrebbero ricondurre alla Sacra Famiglia, in un momento successivo alla Natività.

I due temi — quello del villaggio e del paesaggio vissuto e, dall’altro lato, quello del senso del Natale declinato nell’espressività, semplice, ma concreta nell’essenza spirituale della Sacra Famiglia in viaggio — hanno fornito quella sorta di cornice di riferimento che ha dato il titolo stesso alla mostra (“Natale con Chagall – Oltre il paesaggio”).

Una proposta espositiva che si è avvalsa sia di un allestimento particolarmente suggestivo (con una parte grafica e una stazione multimediale di grande impatto), sia di una “location” inusuale (per la realizzazione di mostre), ma ugualmente evocativa quale la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria: luogo primario per la Città, dove ha casa non solo la cultura, ma anche la qualità della sua divulgazione a un pubblico vasto ed eterogeneo, durante tutto l’anno.

Proprio l’aspetto della fruizione della mostra e — in generale — della risonanza che questa ha avuto sulla popolazione è un elemento che merita di essere sottolineato e a cui, in particolare, è dedicata la presente conferenza stampa.

Dal 21 dicembre 2017 (giorno dell’inaugurazione) al 30 gennaio 2018 (quando si è conclusa la mostra) il numero complessivo dei visitatori — registrato dalla Biblioteca Civica “Francesca Calvo” e dall’ASM “Costruire Insieme” — è stato di 2.647 unità, di cui 1.006 studenti di Scuole cittadine.

L’accento sugli studenti risulta interessante, non solo perché rappresenta quasi il 40% del totale di coloro che hanno fruito della proposta espositiva, ma anche per il senso di vera e propria operazione culturale che l’Amministrazione Comunale di Alessandria ha inteso conferito al progetto. Se è infatti comprensibile l’intenzione che la mostra potesse rappresentare una sorta di “dono di Natale” e di omaggio per il Nuovo Anno alla Città di Alessandria, altrettanto importante è stata l’attenzione per coinvolgere i giovani e gli studenti a cogliere il senso di questa proposta culturale, inserita a pieno titolo negli eventi che hanno introdotto la Città nelle celebrazioni del proprio 850° anniversario fondativo (1168-2018).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.